In Norvegia la prima ambasciata plastic-free ed é italiana

L'Italia ha aperto in Norvegia la prima ambasciata senza plastica al mondo

In Norvegia la prima ambasciata plastic-free ed é italiana

L'Italia è al primo posto in Europa per consumo di acqua in bottiglia. Ciò non è dovuto alla scarsa qualità dell'acqua del rubinetto, ma all'opinione generale che l'acqua minerale sia più sicura e abbia migliori proprietà organolettiche.
Detto questo, pensa a quanta plastica viene utilizzata e gettata via ogni giorno. E cosa significa in termini di smaltimento dei rifiuti: la quantità di immondizia è enorme e il riciclaggio non è nulla se la separazione dei materiali non è seguita da un saggio riutilizzo e da un forte mercato di prodotti riciclati.

Stiamo facendo qualcosa?

Un paio di anni fa, quando ero a Bristol, nel Regno Unito, sono andato in una delle biblioteche dell'università e ho trovato diverse fontanelle all'interno. Sono rimasto sorpreso, dal momento che non sono abituato a trovarli all'interno di edifici pubblici in Italia, dove l'acqua viene normalmente venduta tramite distributori automatici. Ho pensato che quelle fontane rappresentassero un ottimo modo per evitare l'uso di bottiglie usa e getta e, perché no, anche un bel modo di scoraggiare la disidratazione.
Fortunatamente, il Ministero italiano per l'ambiente, la protezione della terra e del mare e il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale stanno inviando segnali positivi. Quindi, hanno co-sviluppato un "progetto privo di plastica" che mira ad abolire la plastica monouso.

Il progetto "senza plastica"

Cominciarono a dare il buon esempio implementandolo all'interno del loro quartier generale: il Ministero dell'Ambiente fu il primo a farlo; poi, il Ministero degli Affari Esteri ha promosso una "Farnesina verde" - dal nome del suo quartier generale del governo - installando fontanelle su ogni piano dell'edificio e dando boccette d'acqua al personale, al fine di ridurre il consumo di plastica in media 2000 dipendenti e visitatori che il Ministero ospita ogni giorno. Apparentemente, "grazie alle pratiche ecosostenibili messe in atto nella mensa, nel 2018 sono state risparmiate quasi 2 tonnellate di plastica e più di mezza tonnellata di alluminio". L'obiettivo del Ministero per quest'anno è raddoppiare i risparmi del 2018.

Il 4 marzo, lo stesso progetto è stato lanciato dall'ambasciata italiana a Oslo ed è stato inaugurato da Sergio Costa, ministro dell'Ambiente. Lo stesso giorno, il Ministro ha anche discusso con la sua controparte norvegese in merito al problema dei rifiuti marini e hanno concordato sulla necessità di una maggiore cooperazione internazionale al fine di trovare una strategia comune.

Per quanto riguarda le università, molti hanno già aderito al progetto. La speranza è che la campagna #StopSingleUsePlastic si diffonda presto ovunque, a partire dalle pubbliche amministrazioni.

Tuttavia, questo buon esempio non dovrebbe rimanere tale: ricordiamo che tutti possiamo fare la nostra parte facendo cose molto semplici, come iniziare a usare bottiglie d'acqua, ridurre l'uso di bicchieri e bicchieri di plastica usa e getta e utilizzare borse della spesa riutilizzabili.


PUBBLICITA'

SONDAGGI

Cosa vorreste dal nuovo Barattopoli






voti 31
CREA SONDAGGIO
TUTTI I SONDAGGI

NEWSLETTER

Rimani Aggiornato??
Iscriviti alla BarattoMail



inserisci la tua e-mail!


CALENDARIO

<<NOVEMBRE 19>>
DLMMGVS

CONDIVIDI

STATISTICHE

- VISITE -
 Uniche: 4.675.854
Grafico visite degli ultimi 7 gg
 Oggi: 1.653
 Connessi: 9
- ANNUNCI -
 Annunci: 9.548
 Categorie 116
- ISCRITTI -
 Utenti: 15.424
 BarattoMail: 14.998
- CARTOLINE -
 Inviate: 2.031
- BARATTOLink -
 Esposizioni: 15.422
 Click: 6